Gioco attivo: una motricità limitata non vuol dire non essere capaci!

Puo’ essere una sfida fornire del gioco attivo a studenti con difficoltà motorie…ma non e’ impossibile! Cerchiamo di essere creativi e pensare a soluzioni nuove! Guardate questo video della piccola Clover che gioca con Jennifer. Clover si sta divertendo tantissimo mentre impara a chiedere cose e attività che le piacciono e che vuole fare! Gli insegnanti possono fare davvero una ENORME differenza nella vita di bambini come Clover! Ricordate….UNA MOTRICITA’ LIMITATA NON VUOL DIRE NON ESSERE CAPACI!

Thanks for keeping passion alive in special education!
Pay it forward, show your appreciation for others who help our kids!
Please share our blog on Facebook, LinkedIn and Twitter and keep those comments coming!

Tom

One comment on “Gioco attivo: una motricità limitata non vuol dire non essere capaci!

  1. Michele Dunleavy

    Fantastic video and truly simplistic means to an end. As a health and physical education teacher I am a firm believer in being creative. Identifying the physical needs of children on the ASD spectrum and others with disabilities is step 1 and step 2 is creating And innovating activities to address those physical needs and step 3 is individualizing for each individual and figuring how to ” make it work” because if it doesn’t- you go back to step 2 or even step 1 if you identified incorrectly from the start.

I commenti sono chiusi.